La Fabbrica dei Concetti

Come si crea l’offerta giusta? Che sia attenta alle esigenze specifiche di singole location e ai target di consumatori? Per scegliere quale tipo di negozio inserire in un aeroporto o quali prodotti inserire in un punto vendita è necessaria un’analisi continua del traffico e del flusso delle persone, dei profili dei viaggiatori e dei loro gusti. Sappiamo che la tipologia del nuovo consumatore, emersa dalle ricerche, lo caratterizza come salutista a casa e trasgressivo fuori, ma sempre attento al rapporto qualità/prezzo.
Sappiamo che cerca contemporaneamente tradizione e innovazione, prodotti di grandi marche e curiosità, piatti regionali e cucina esotica, agroalimentare tipico di qualità e food experience. Come si risponde con successo a queste richieste?

Sicuramente un dato importante è il portafoglio marchi di proprietà e in licenza del Gruppo che comprende oltre 350 brand internazionali e locali. Ma questa oggi non è una risposta sufficiente. Ogni scenario in cui opera il Gruppo richiede un’innovazione costante e un’evoluzione continua delle proposte, dei materiali, degli oggetti, dei luoghi e degli stessi approcci al food come al retail. In una parola si richiedono nuovi concetti.

Per essere competitivo, Autogrill deve immaginare un’offerta che vada oltre la gestione di marchi, vetrine e prodotti, per trasformarsi in un concept maker capace di creare brand nuovi, innovativi e introdurre modi diversi di fruire i servizi.

Il futuro per il Gruppo è molto chiaro: rafforzare il proprio essere Fabbrica dei Concetti , sempre al passo con i tempi e in grado di costruire economie di scala, una vera e propria factory che non reinventa necessariamente prodotti o servizi ma sfrutta il suo essere internazionale per acquisire nuove competenze e creare proposte in linea con i trend di consumo, con le formule emergenti di un determinato territorio che a distanza di tempo potranno essere richieste, o anticipate, in altri territori.

Anche se impegnativa, questa è una sfida possibile perché il Gruppo si trova in un punto di osservazione privilegiato e soprattutto è parte di uno scenario internazionale caratterizzato da dinamiche di reciprocità e processi di ibridazione, dove modelli sovranazionali si nutrono di modelli locali e modelli locali reinterpretano e fanno proprio in modo originale il modello sovranazionale.

Nel fenomeno di trasformazione dei cosiddetti “non-luoghi” in “super-luoghi”, il Gruppo Autogrill emerge come attore principale: ogni giorno è a contatto con migliaia di persone non solo per offrire quello di cui hanno bisogno ma per osservare dinamicamente il presente, interpretare ogni stimolo al cambiamento e anticipare i concetti del futuro.